Pubblicato sabato, 28 febbraio 2015 16:45 - Letture Articolo 3243 - Condividi 
Senigallia: 4 anni fa l'alluvione a Molino Marazzana, "non molliamo, ma per quanto?"
Alluvionati in pedalòQuattro alluvioni in vent’anni – danni mai risarciti, vasche d’espansione trent’anni di proclami e passaggi di carte – Protezione civile che ha emesso 9 allerte rischio esondazione o ordine sgombero in 9 mesi – Abitanti con stress e ansia.

Il 2 marzo 2011 l’argine del fosso demaniale del Sambuco si è rotto a causa della piena del fiume Misa allagando terreni, case e capannoni in località Molino Marazzana di Senigallia.

Ad oggi i danni non sono stati risarciti, si è aggiunta un'altra alluvione, quella del 3 maggio 2014 e siamo arrivati a quattro in vent’anni (1991-1994-2011-2014)

L’argine deve essere ancora adeguatamente riparato, la Provincia e il Comune ci dicono che si ridurrà il rischio di esondazione facendo le vasche di espansione a Bettolelle, vasche che sono in progetto e finanziate da 30 anni, ma che si continuano a modificare e cambiare, sicuramente i lavori non inizieranno prima del 2016.

Alluvione nella zona del supermercato InGrandeE per raddrizzare lo sbocco del fosso Sambuco, unico sistema per garantire serenità “relativa” agli abitanti, quanto si dovrà ancora aspettare?

Abitanti e imprenditori della zona sono esasperati e tremano ogni volta che cadono due gocce d’acqua, inoltre la Protezione Civile emana allerte ed ordini di evacuazione (4 allerte per precipitazioni abbondanti 13.15.17.18 giugno 2014 - 4 allerte con ordine di evacuazione 30 luglio - 17 novembre - 17 dicembre 2014 e 6 febbraio 2015).

Ultima allerta quella di pochi giorni fa quando il Misa si è gonfiato minacciosamente riportando tutti al tremendo evento del 3 maggio 2014.

Forse sarebbe il momento di dare un senso concreto alla parola tanto famosa "delocalizzazione" termine noto solo per quegli sfortunati che hanno la colpa di abitare da troppi anni in zone R 4 con elevata probabilità di perdita di vite umane!!!!!.

Che sia la volta buona??


Non concludiamo con la solita frase di rito "Alla prossima alluvione" in quanto non sarebbe poi così "eccezionale" ed "imprevedibile".

Nel nostro caso modifichiamo così lo slogan coniato per l’alluvione del 3 maggio:
“Di nuovo ammolo ma non molliamo" (Per quanto ancora?).


da Comitato Alluvionati Misa

Commenti
trovo ridicolo il fatto che noi citadini
Scritto da Visitatore anonimo il 2015-03-05 12:29:35
spendono soldi con le cose inutile , l'amministratzione comunale fa finta di lavorare, ma i problemi rimangono e ancora dobbiamo vivere nella paura e nella angoscia e come sempre nulla si fa. comunque vada io pd, magialardi non lo voto piu

Scrivi commento
Nome:Visitatore anonimo
Titolo:
BBCode:Web AddressEmail AddressBold TextItalic TextUnderlined TextQuoteCodeOpen ListList ItemClose List
Commento:



Riscrivi questo codice

Ultimo aggiornamento ( sabato, 28 febbraio 2015 16:46 )
< Precedente   Prossimo >

Il Mercatino di Senigallia
Inserisci un annuncioTutti gli annunci

Guarda le previsioni meteo a Senigallia per i prossimi giorni
Segui il nostro Network
Le ultime notizie pubblicate sui nostri portali, eventi, opinioni, commenti dei lettori, da Senigallia, valle del Misa, Ancona

Senigallia Notizie
60019.it: quotidiano on-line per vivere Senigallia e il territorio



TuttoSenigallia.it - Le aziende della città
Utenti Online
Abbiamo 413 visitatori online
Menù
Home
Annunci-Partecipazioni
Meteo Senigallia
Storia di Senigallia
Musei
Monumenti
Manifestazioni
Mario Giacomelli
Indirizzi utili
Frazioni di Senigallia
Città gemellate
Sport
La pesca
Hotel di Senigallia
Tutto Senigallia: Hotel
Locali di Senigallia
Ristoranti di Senigallia
Aziende e Siti amici
Mappa del sito



Aziende italianeCerca
un'azienda
Cosa:


Dove:




Aziende a Senigallia